Windows XP: 10 motivi per cui continuerà ad avere successo


winxp2

Windows 7 è un ottimo sistema operativo che avrà sicuramente il successo che merita, su questo non ci piove. Eppure, a poco meno di un mese dal debutto ufficiale del nuovo OS Microsoft sul mercato, ci sembrava carino tornare a dedicare qualche riga a quell’Highlander di XP.
Abbiamo deciso di farlo proponendovi le considerazioni pubblicate da Brien Posey su Tech Republic, il quale ha stilato una classifica di 10 motivi per cui XP continuerà ad aver successo anche dopo l’avvento di Seven. Una post dal sapore vagamente provocatorio, che vi invitiamo a leggere attentamente e a commentare dicendoci la vostra sull’argomento.
  • Le aziende non vogliono sostenere nuovi costi. Siamo in tempi di crisi e, molti gruppi non hanno alcuna intenzione di investire del denaro nell’ammodernamento dei propri mezzi informatici, soprattutto considerando il fatto che – alla fin fine – ciò che possono fare con Seven possono continuare a farlo con XP.
  • Il supporto tecnico continuerà ad esserci. Non più in maniera gratuita, ma Windows XP sarà supportato da Microsoft fino all’aprile del 2014.
  • In Windows 7 c’è sempre XP. Per evitare i tanti problemi di compatibilità riscontrati da varie applicazioni in Vista, Microsoft ha deciso di introdurre il criterio di virtualizzazione XP Mode nel suo nuovo sistema operativo. Questo induce molte persone, erroneamente, a temere che Seven sia un sistema poco compatibile con i software più datati.
  • Ormai è una religione. Alcuni mitomani si sono messi in testa che XP è e continuerà ad essere il miglior sistema operativo della storia, proprio per questo hanno deciso che non lo abbandoneranno mai, nemmeno quando tutti gli atri andranno in giro con un proiettore olografico in tasca e dei tappetini per il teletrasporto sotto il braccio.
  • Hardware datato. È vero, Windows 7 è più leggero di Vista, ma i requisiti hardware necessari per farlo funzionare rimangono molto più alti di quelli necessari per XP. Ergo, finché non si scioglierà sotto una tempesta solare di proporzioni apocalittiche, molti utenti non cambieranno il proprio computer targato 2000/2001.
  • Compatibilità vecchie applicazioni. Come accennato in precedenza, XP supporta applicazioni (vecchie o scritte male) che Vista non supporta. Molte persone temono che nemmeno il nuovo sistema sia in grado di farle funzionare ed intendono rimanere con XP.
  • I produttori hardware supportano ancora XP. È davvero raro vedere in commercio componenti non compatibili con il caro vecchio XP. Quindi, perché cambiarlo?
  • I Netbook hanno successo. E quelli venduti finora sono perlopiù animati da Windows XP, ragion per cui molti nuovi netbook con Seven rimarranno invenduti (va bene che costano poco, ma mica si può cambiare netbook ogni sei mesi?).
  • Windows XP è molto affidabile. La sua vetustà lo ha fatto diventare rodato al punto tale da poter affrontare con nonchalance qualsiasi situazione, e questo le aziende lo apprezzano molto. Moltissimo.
  • Non ci sono novità sostanziali. Proprio come Vista, anche Windows 7 non porta rivoluzioni nel mondo dei sistemi operativi Microsoft. Inoltre, molte delle nuove applicazioni (IE8, Power Shell, ecc.) possono funzionare tranquillamente anche su XP.

Una Risposta

  1. Il post è rovinato.

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: