Addio a Ed Roberts, fu tra i padri del PC


Un grave lutto ha colpito il mondo dell’informatica. Il primo aprile si è spento a causa di una polmonite Henry Edward Roberts, l’ingegnere statunitense inventore dell’Altair 8800, quello che è da molti considerato come il primo vero PC della storia.
Tra gli ammiratori più convinti del vecchio “Ed”, tanto da fargli visita pochi giorni prima della sua dipartita, l’ex CEO di Microsoft Bill Gates che collaborò con Roberts (in coppia con Paul Allen) alla realizzazione del famosissimo BASIC, prodotto poi divenuto fiore all’occhiello dell’attuale colosso di Redmond.
Henry Edward Roberts era nato a Miami il 13 settembre del 1941. La sua passione per il mondo dei computer nacque durante il periodo universitario, quando l’aspirante ingegnere affiancò gli studi di elettronica a quelli di medicina (si era dedicato alla costruzione di una macchina per la circolazione extracorporea).
Abituato a lavorare con i giganteschi computer dell’IBM (grandi quanto una stanza), nel 1970 il neo-laureato Ed fondò la MITS (Micro Instrumentation and Telemetry Systems), una società che costruiva kit elettronici e li vendeva agli appassionati. Nel 1971 la rivista “Popular Electronics” mise in copertina un kit di Roberts per un rudimentale calcolatore, lo stesso che nel ’73 arrivò a generare un fatturato di ben 1 milione di dollari.
Il 1975 fu il grande anno dell’Altair 8800, il primo computer ad avere delle dimensioni ragionevoli (era grande quanto mezza scrivania) che rappresentò uno dei più grandi successi dell’azienda fondata da Roberts. Aveva un microprocessore Intel 8080 e 256 Byte di RAM.
Il compianto ingegnere di Miami vendette la MITS e si ritirò a vita privata nel 1977. Dopo qualche anno di “vita rurale” in Georgia (dov’è spirato), tornò a studiare Medicina per poi fare il medico. Nonostante non fosse un nome presente tutti i giorni sulle prime pagine dei giornali, lascia un grande vuoto nel mondo dell’informatica. Questo è poco ma sicuro.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: