Arriva Google Fiber, Google entra ufficialmente nel settore delle connessioni broadband


Google ha finalmente ed ufficialmente inaugurato Google Fiber, la propria offerta di banda larga annunciata nel 2010, che, d’ora in avanti, consentirà agli abitanti di Kansas City di poter usufruire di un collegamento in fibra ottica a 1 Gbps bidirezionali unitamente a Google Fiber TV, un neo servizio televisivo proposto sempre dal gran colosso di Mountain View.

La città di Kansas City ed i suoi cittadini sono stati scelti da big G tra innumerevoli luoghi sparsi per tutti gli Stati Uniti che, appunto, si erano canditati per poter sperimentare la nuova offerta di Google e che d’ora in avanti potranno quindi testare con man propria le fattezze di un’infrastruttura che risulta decisamente ben più veloce di quella offerta dai tradizionali ISP.

Google Fiber, però, non è soltanto sinonimo di gran velocità per quanto concerne le connessioni ma anche di convenienza poiché gli utenti, d’ora in avanti, potranno sfruttare quanto reso disponibile da big G a prezzi che risultando decisamente competitivi rispetto a quelli propositi invece dagli ISP.

Google, quindi, si è finalmente lanciata in un settore che, così come sottolineato da un dirigente dell’azienda, va a rivelarsi come particolarmente strategico per lo stesso bi G, ed ha scelto di farlo mettendo a disposizione dei cittadini di Kansas City (e presto anche di molti altri, o almeno così dovrebbe essere) ben tre differenti pacchetti tra cui poter sceglire.

Il più caro costa 120 dollari al mese e risulta comprensivo di collegamento a 1 Gbps senza limiti, di un tablet Nexus 7, di un TV Box per i canali televisivi (160 canali) abbinato a un dispositivo per registrare (Storage Box), di un router (Network Box) e di ben 1 TB di spazio su Google Drive.

 

In tal caso il contratto ha la durata di due anni e, eventualmente, è anche possibile avere un Chromebook.

Spendendo invece 70 dollari al mese si ha la possibilità di sottoscrivere un contratto della durata di un anno che offre la medesima velocità di navigazione del precedente ma che include un router e 1 GB su Google Drive.

È poi disponibile un pacchetto base che, diversamente dai due precedentemente elencati, prevede il meo pagamento dei costi di attivazione ovvero 300 dollari subito o, in alternativa, 25 dollari al mese per i primi 7 anni.

In tal caso, però, la velocità prevista è di 5 Mbps in dowload e 1 Mbps in upload.

A questo punto non resta nient’altro da fare se non sperare bene anche per il buon Vecchio continente.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: