Le Dimmer, catalizzare l’attenzione sulla finestra attiva e sulla taskbar


Le-Dimmer

Chi si ritrova ad avere spesso a che fare con una gran confusione sul desktop sicuramente ben saprà quanto, in alcune circostanze, possa essere difficile riuscire a prestare attenzione al contenuto di specifiche finestre aperte.

In situazioni di questo tipo, infatti, al fine di evitare distrazioni può essere sicuramente molto utile massimizzare la finestra di interesse.

Chi, tra voi lettori di Geekissimo, è alla ricerca di un sistema altrettanto semplice ma decisamente ben più pratico e grazie al quale poter continuare a tenere sotto costante controllo la situazione sul proprio desktop allora sarà felice di poter fare la conoscenza diLe Dimmer.

Si tratta di un programmino totalmente gratuito ed utilizzabile su tutti i sistemi operativi Windows (sia a 32-bit sia a 64-bit) che è stato sviluppato per un solo ed unico scopo: cercare di catalizzare l’attenzione dell’utente sulla finestra in primo piano e sulla barra delle applicazioni.

Continua a leggere

Smart Timestamp, modificare facilmente il timestamp di file e cartelle


Smart-Timestamp-alter-the-time-and-date

Ogni volta che un file o unacartella vengono salvati sul computer in suo l’oggetto memorizzato risulta contrassegnato da un timestamp e dai relativi metadati.

Accedendo quindi alle proprietà di file e cartelle archiviati in Windows è possibile visualizzare informazioni quali la data e l’ora di creazione, quella dell’ultima modifica, quella dell’ultima apertura e molto altro ancora.

Tali informazioni non possono essere rimosse o modificate dalla sezione Proprietà di Windows ma ricorrendo all’utilizzo di risorse ad hoc si.

È questo il caso di Smart Timestamp, un software totalmente gratuito ed utilizzabile senza alcun tipo di problema su tutti i sistemi operativi Windows (sia a 32-bit sia a 64-bit) che permette di modificare la data e l’ora di creazione, dell’ultima modifica e dell’ultima apertura di file e cartelle mediante un’interfaccia utente molto semplice e sfruttando una pratica struttura ad albero, così come illustrato anche nello screenshot annesso a questo post.

A differenza di altri software analoghi Smart Timestamp permette di agire anche su più elementi simultaneamente o di modificare il timestamp indicando una specifica tipologia di file.

Continua a leggere

iPhone Backup Extractor, recuperare file da iOS estraendoli dai backup di iTunes


iphone-backup-extractor

 

Per gestire i dati archiviati sui dispositivi Apple basati su iOS è possibile sfruttare iTunes.

Questo, come ben saprà la maggior parte di voi lettori di Geekissimo, sta a significare che è possibile effettuare il backup dei dati del proprio iPhone, iPad o iPod servendosi, appunto, di iTunes.

Il backup effettuato con iTunes risulta comprensivo di dati quali calendario, contatti, SMS, foto, video, messaggi, note, informazioni sulla posizione, dati delle applicazioni in uso e molto altro ancora.

In tal modo, però, non si ha l’opportunità recuperare singoli file estraendoli dal backup.

Detta in altri termini: o tutto o niente!

Per ovviare alla situazione in questione è possibile ricorrere all’utilizzo di un apposita risorsa extra quale iPhone Backup Extractor.

  Continua a leggere

Smart Music, ascoltare musica in streaming in base all’umore e al tempo


Genere musicale preferito a parte la scelta dei brani da riprodurre può essere dettata anche dal proprio stato d’animo per cui durante una specifica giornata si potrebbe preferire, ad esempio, l’ascolto di musica pop a quella rock o, ancora, combinare in una playlist di canzoni di varia tipologia.

Tenendo conto di ciò creare più playlist musicali da riprodurre in base allo stato d’animo del giorno può quindi rivelarsi molto comodo.

Chi dispone di una vasta raccolta musicale potrebbe però trovare difficoltosa l’esecuzione di tale tipo di operazione.

In situazioni di questo tipo una risorsa quale Smart Music può quindi rivelarsi molto ma molto utile.

Continua a leggere

WizTree, analizzare rapidamente l’hard disk ed ottenere info sullo spazio occupato


wiztree-tree-view

La maggior parte dei computer di ultima generazione è dotata di hard disk in grado di contenere grand quantità di dati.

Il fatto che un disco rigido sia molto capiente non implica però che a lungo andare, e sopratutto con l’aumentare dei file archiviati sullo stesso, lo spazio disponibile possa esaurire o, ancora, possa essere impiegato in maniera errata.

In situazioni di questo tipo è quindi necessario intervenire eliminando una certa quantità di dati dall’hard disk in uso ma spesso riuscire ad individuare quelli che occupano realmente parecchio spazio e decidere quali rimuovere e quali, invece, no può essere molto difficile.

Al fine di velocizzare e semplificare l’esecuzione dell’operazione in questione è possibile ricorrere all’impiego di WizTree.

Continua a leggere

iBrightness: regolare la luminosità dello schermo, e non solo, direttamente dalla system tray


A seconda del tipo e della quantità di luce presente nella stanza in cui ci si ritrova ad utilizzare il proprio PC risulta molto utile, onde evitare l’affaticamento della vista ed altre varie tipologie di fastidi agli occhi, regolare la luminosità dello schermo della postazione multimediale impiegata.

Tuttavia eseguire più vole al giorno e a seconda delle diverse circostanze tale tipo d’operazione potrebbe risultare particolarmente scocciante e portar via, complessivamente, non poco tempo prezioso al proprio operato.

Quindi, al fine di salvaguardare la vista ma, al contempo, anche al fine di ottimizzare le tempistiche relative all’utilizzo del PC potrebbe essere molto ma molto utile sfruttare una risorsa quale iBrightness.

Continua a leggere

Folder Size, analizzare lo spazio su disco mediante la visualizzazione di semplici grafici


Quando i file archiviati sul proprio fido PC iniziano ad aumentare considerevolmente e, di conseguenza, lo spazio libero comincia a diminuire in maniera inesorabile, avere a portata di mano un buon applicativo mediante cui analizzare il proprio hard disk può rivelarsi decisamente utile.

Considerando quindi la sempre più frequente necessità di risorse di tale tipologia, abbiamo avuto modo di prestare attenzione ad appositi tool mediante cui analizzare lo spazio su disco ma, nonostante il vasto assortimento, quest’oggi andiamo comunque a dare uno sguardo a Folder Size.

Si tratta di un programma gratuito ed utilizzabile su OS Windows che, senza troppi giri di parole, consente di analizzare lo spazio sull’hard disk rapidamente ed in modo estremamente dettagliato e di prendere atto dei risultati restituiti in maniera semplice ed altamente comprensibile.

Continua a leggere

Smart Defrag 2: freeware per deframmentare il disco, veloce ed efficiente. Il migliore di tutti?


Chi utilizza Windows saprà per certo quanto sia importante utilizzare un programma di manutenzione e ottimizzazione delle prestazioni dopo un determinato periodo di utilizzo (una settimana – due ecc…). È anche noto che i frammenti del disco sono una delle cause principali che rendono il PC lento e instabile.

Tempo fa vi parlammo di Smart Defrag, uno strumento gratuito adatto alla deframmentazione del disco rigido in maniera estremamente semplice, veloce ed efficiente. La scansione e l’operazione di defrag avviene in maniera intelligente. Come beneficio, c’è una maggiore velocità del computer (anche durante la fase di avvio) e alte prestazioni del disco.

Continua a leggere

CheckDiskGUI, eseguire la verifica dei dischi in Windows utilizzando Chkdsk in modo semplificato


A lungo andare e, sopratutto, utilizzando continuamente il proprio fido PC, gli hard disk impiegati potrebbero risentire di svariate problematiche implicando quindi la necessità di attuare un apposito processo di verifica hardware in modo tale da poterne testare il corretto funzionamento ed individuare dunque la presenza di eventuali errori.

A tal proposito, nel caso specifico degli OS Windows, è possibile attingere a Chkdsk, l’apposita utility di verifica messa a disposizione dal sistema stesso ma, considerandone le fattezze, alcuni utenti potrebbero però reputarla ben poco pratica da impiegare.

E allora… com’è possibile ovviare ad una situazione di questo tipo? Bhe… utilizzando CheckDiskGUI.

Continua a leggere

Auto Screen Capture, catturare screenshots ad intervalli di tempo regolari


Sono diverse le circostanze in cui, per un motivo o per un altro, può risultare piuttosto utile catturare immagini relative al proprio desktop e, successivamente, condividere il tutto con altri utenti.

Al fine di eseguire operazioni di questo tipo è possibile attingere ad una delle tante ed apposite risorse reperibili gratuitamente online.

Tuttavia, qualora fosse necessario realizzare degli screenshots cronologici, ovvero ricavati ad intervalli di tempo regolari, piuttosto che ricorrere all’impiego di applicativi generici, seppur ottimi, un programmino quale Auto Screen Capture potrebbe apparire estremamente efficace.

Continua a leggere