iPhone Backup Extractor, recuperare file da iOS estraendoli dai backup di iTunes


iphone-backup-extractor

 

Per gestire i dati archiviati sui dispositivi Apple basati su iOS è possibile sfruttare iTunes.

Questo, come ben saprà la maggior parte di voi lettori di Geekissimo, sta a significare che è possibile effettuare il backup dei dati del proprio iPhone, iPad o iPod servendosi, appunto, di iTunes.

Il backup effettuato con iTunes risulta comprensivo di dati quali calendario, contatti, SMS, foto, video, messaggi, note, informazioni sulla posizione, dati delle applicazioni in uso e molto altro ancora.

In tal modo, però, non si ha l’opportunità recuperare singoli file estraendoli dal backup.

Detta in altri termini: o tutto o niente!

Per ovviare alla situazione in questione è possibile ricorrere all’utilizzo di un apposita risorsa extra quale iPhone Backup Extractor.

  Continua a leggere

Ubuntu approda su smartphone


Ubuntu-Phone-OS

Il mercato mobile si arricchisce di un nuovo sistema operativo, Ubuntu.

Ebbene sì, la popolarissima distro Linux che tutti noi abbiamo imparato a conoscere su PC  caccia il “becco” dal suo habitat naturale e approda su smartphone, dove con il nome di Ubuntu Phone OS tenterà di dare del filo da torcere ad iOS, Windows Phone ed Android, sistema con cui condivide le basi.

A rendere Ubuntu diverso dalle altre piattaforme che attualmente dominano il mercato mobile c’è un’interfaccia abbastanza simile a quella del sistema Desktop, la quale si avvale di una barra laterale per il passaggio da una app all’altra e di gesture laterali che sembrano essere davvero molto comode.

Con uno swipe dal bordo sinistro dello schermo viene visualizzata la sidebar con le app, compiendo lo stesso gesto nella parte superiore della home screen si apre la barra di ricerca per trovare informazioni e contenuti nel telefono e in varie risorse online, e così via.

Continua a leggere

Guida: Esecuzione automatica programmi ubuntu


Navigando tra il forum di Ubuntu ho trovato una discussione dove si chiedeva come avviare i programmi all’avvio di Ubuntu, riporto qui la soluzione che potrebbe servire a tutti.

Continua a leggere

Come utlizzare vlc per vedere film, canzoni da server dlna


Oggi voglio mostrarmi questa guida per utilizzare VLC  per riprodurre canzoni e video presenti su server dlna.

Allora aprite il programma, andate su Visualizza, cliccate su Scaletta ad questo punto vi si aprirà una finestra nel menu a lato cliccate su Rete locale e successivamente su Universal Plug’ n’ Play. A destra apparirà l’elenco dei server dlna, aspettate che carichi e selezionate quello che volete vedere.

Linux: 5 falsi miti da sfatare prima di provare Ubuntu 10.10


Se per caso non ve ne foste ancora accorti, ieri Canonical ha rilasciato la versione finale di Ubuntu 10.10. Le novità presenti nella distro sono davvero tante, dal gestore delle foto (Shotwell) alla nuova interfaccia per la versione netbook del sistema (Unity), ma non è di questo che oggi vogliamo parlarvi.

Quello che vogliamo fare, cogliendo al balzo l’occasione dell’uscita di “Maverick Meerkat” che per molti di voi potrebbe rappresentare il primo approccio verso il mondo di Tux, è sfatare qualche luogo comune relativo a Linux e a perché, secondo chi spesso lo denigra senza averlo nemmeno mai provato, non varrebbe la pena prenderlo in considerazione.

Signore e Signori, ecco a voi una lista di 5 falsi miti su Linux da sfatare: leggetela, poi fate un “giretto” con la nuova versione di Ubuntu e tirate lo dovute conclusioni.

  • Linux non supporta gran parte dell’hardware disponibile e spesso bisogna compilarsi i driver a mano: fossimo agli albori del 2000 sarebbe vero, ma negli ultimi anni Linux ha fatto grandissimi passi in avanti anche sotto il punto di vista della compatibilità hardware. È vero, qualche dispositivo non è ancora supportato appieno, ma questa è più una lacuna delle case produttrici (che non forniscono driver adeguati) che del sistema operativo in sé. Ciò detto, installando Ubuntu o simili ci sono molte probabilità che non dobbiate installare nemmeno un driver per iniziare a lavorare (bene) con il vostro computer. Figuriamoci compilarlo!

Continua a leggere

jPDF Tweak, gestire e modificare in maniera completa i file PDF


Per tutti coloro che spesso e, probabilmente, non troppo volentieri, hanno a che fare con documenti in formato PDF di varia tipologia, ecco in arrivo un interessante e, al contempo, performante programmino mediante cui sarà possibile gestire facilmente il tutto.

Si tratta di jPDF Tweak, un applicativo scritto in Java, completamente gratuito ed utilizzabile su qualsiasi OS (a patto che sia installato Java considerando quella che è la natura del programmino), che, in modo semplice e senza troppi problemi, consentirà di gestire e modificare i propri file PDF nel giro di qualche click.

Continua a leggere

Gconf Cleaner, eliminare le chiavi inutili da Gconf in GNOME (Linux)


Forse non tutti lo sanno ma GNOME, il popolare ambiente desktop che caratterizza distribuzioni Linux del calibro di Ubuntu, un po’ come il tanto vituperato Windows, ha un registro di configurazione che con l’andar del tempo può finire col riempirsi di voci inutili e chiavi “orfane”: Gconf.
Gconf Cleaner è una praticissima utility gratuita che permette di pulire il “registro” di GNOME da tutta la spazzatura digitale che si può annidare in esso, dalle chiavi residue non cancellate dai software dopo la loro disinstallazione agli elementi che, per un motivo o l’altro, si ritrovano senza più legami con i programmi presenti nel sistema.

Continua a leggere