Come disabilitare lo splash screen di Office 2010


È un dato di fatto, molti provano un odio primordiale nei confronti degli splash screen. Spesso non si sa nemmeno esattamente per quale motivo ma quei riquadri che compaiono al centro dello schermo durante il caricamento dei software stanno sulle scatole a moltissimi di noi, specie quando sono inclusi in programmi che siamo costretti ad usare spesso.

Uno di questi è Office 2010. Gli splash screen che vengono mostrati all’avvio di Word, Excel, PowerPoint, ecc. possono essere utili, in quanto mostrano informazioni sui plug-in caricati in questi programmi, ma quando non si ha bisogno di tali dettagli risultano completamente inutili. Un buon motivo per sbarazzarsene, non vi pare?

 

E allora ecco un bel trucchetto “espresso” per disabilitare lo splash screen di Office 2010 in quattro e quattr’otto. Basta creare o modificare i collegamenti dei programmi inclusi nel pacchetto di Microsoft, ma ecco tutta la procedura in dettaglio.

Continua a leggere

Office 15: primi (presunti) screenshots e una nuova applicazione in vista


Come molti di voi ben sapranno, qualche giorno fa sono trapelati in Rete dei presunti screenshots di Office 15, la suite per l’ufficio di Microsoft che dovrebbe, nei prossimi anni, succedere a Office 2010.
Secondo la tesi ufficiale, quella riportata dai siti Wzor e Softpedia che hanno pubblicato per primi le immagini, a Microsoft sarebbe “sfuggita” una versione embrionale del nuovo Office che sarebbe poi finita nelle mani di Wzor, il quale avrebbe colto l’occasione al volo per realizzare e rendere pubbliche le istantanee che trovate oggi a corredo di queste righe.
Se gli screenshot siano reali o meno è ancora difficile dirlo (l’interfaccia inalterata rispetto a Office 2010 lascerebbe ben sperare), ma adesso sono altre le cose importanti a cui guardare. Sembra, infatti, che Office 15 includerà una nuova misteriosa applicazione, e poi… quel Microsoft Office Lime che vediamo nella foto qui sotto che cos’è? Cerchiamo di scoprirlo insieme.

TwentyTen: trasformare il look di Firefox in quello di Office 2010


Ammettiamolo, di Office 2010 si può dire tutto tranne che non abbia un’interfaccia utente accattivante. Il mix tra eleganza e semplicità d’uso che Microsoft è riuscita a creare merita un plauso e, perché no, qualche scopiazzatura.
Sì, cari amici, proprio così, una scopiazzatura. Un po’ come quella che ci viene offerta da TwentyTen, una splendida estensione per Firefox che consente di trasferire il look “Ribbon 2.0” dalla suite redmondiana al navigatore del panda rosso, senza traumi o smanettamenti di sorta.

AllMyNotes, un software completo e personalizzabile per scrivere le nostre note


Spesso, molti utenti, si ritrovano a dover utilizzare il proprio PC per prendere appunti, in genere per motivi di lavoro o studio.

Il software fornito con l’OS è in grado di adempire perfettamente a tale funzione ma spesso si avverte la necessità di avere a propria disposizione uno strumento che faccia di più, che implementi una maggiore usabilità e personalizzazione.

Sono dunque questi i motivi per cui intendo presentarvi AllMyNotes, ossia un software completamente gratuito, realizzato per esser utilizzato su sistemi operativi Windows, da 2000 a Seven, mediante il quale è possibile prendere appunti in modo pratico e veloce, il tutto sfruttando una struttura di cartelle virtuali, in modo tale da permettere agli utenti di trasferire agevolmente le proprie note su un dispositivo portatile.

Continua a leggere

Office 2003 “immortale” come XP: il 58% delle aziende lo usa ancora


office2003p
Open source? Mac? Pirateria? Nulla di tutto ciò, il vero avversario che Microsoft dovrà affrontare per far diffondere nel migliore dei modi i suoi nuovi prodotti, Windows 7 ed Office 2010, risponde al nome di… Microsoft!
No, tranquilli, non sono gli ultimi raggi di sole agostano che parlano. Ci stiamo semplicemente riferendo al fatto che alla lista dei software “Highlander”, quelli che nonostante la considerevole età non ne vogliono sapere di abbandonare i computer casalinghi e aziendali, oltre al “solito” Windows XP va aggiunto anche Office 2003.
Secondo una ricerca riportata dal sito Internet ZDNet, infatti, oltre il 75% delle aziende avrebbe deciso di non adottare Office 2007, continuando ad utilizzare una versione più datata della suite lavorativa “made in Redmond”. Di seguito, un grafico che illustra molto bene la situazione complessiva: